Yu Gi Oh! Duel Links: il cuore delle carte sempre con te

Cosa hanno in comune Pokemon, Yu Gi Oh! e il Nokia 3310? Messa così sembra l’inizio di qualche indovinello spicciolo o di una barzelletta non proprio divertente, ma in realtà la risposta è molto pertinente al motivo per cui ho provato questo gioco: la reputazione che si sono costruiti.

Così come c’è stato un hype spropositato all’annuncio da parte di Nintendo e Niantic di Pokemon Go e del recente annuncio del remake dello storico 3310 della Nokia, ho sentito la stessa irrefrenabile spinta a dover provare anche questo nuovo titolo di Yu Gi Oh! nonostante abbia giocato a tutti i giochi della serie usciti fin’ora, e ancora mantiene un elevato rapporto durata/gameplay.

Tra tradizione e cambiamenti

Yu Gi Oh! Duel Links è l’ultimo figlio di casa Konami riguardante il famosissimo gioco di carte collezionabili pensato per i mobile. A differenza della maggior parte degli altri titoli, Duel Links è stato ideato per focalizzarsi più sull’aspetto multiplayer che sulla storia e la campagna in singolo.

Le regole sono ovviamente sempre le stesse del gioco originale, ma è stata apportata qualche modifica per renderlo più compatibile (secondo gli sviluppatori. Continuate a leggere per capire perché io non la trovi una mossa saggia, parlando da fan e giocatore accanito) per i telefoni.

Il campo di battaglia classico, anche se è stato ridimensionato

Innanzitutto il deck principale è stato limitato a 30 carte e le carte che possono essere giocate sul campo sono state ridotte anch’esse a 3 mostri e 3 carte magia/trappola. Mentre la prima limitazione posso intenderla come un incentivo a sforzarsi di creare un deck ottimale con una scelta ridotta di carte, la seconda non la capisco.

Se il problema era la paura di non riuscire a fare entrare il campo di gioco in una sola schermata, bastava far partire il gioco in orizzontale o utilizzare la funzione di slide per scorrere il campo (tra l’altro presente di default nei duelli).

Ulteriore lamentela che stanno portando avanti i giocatori riguarda il limitato numero di carte presenti in ogni pacchetto, che troppe volte non permette di creare un mazzo funzionante dato il limitato numero di gemme (la valuta che serve per comprare pacchetti, slot per deck, ottenere chiavi ed altro) che si ottengono in caso si sia un giocatore Free-to-play.

Per dare una ventata di rinnovo sono state però inserite alcune meccaniche molto carine ed interessanti volte a tenere sempre dinamico il gameplay, come ad esempio diversi personaggi giocabili della serie classica (Yugi, Joel, Pegasus ed altri) ma ognuno con abilità proprie: ad esempio Yugi può avere come terreno iniziale Yami, Pagasus può iniziare con un maggior numero di Life Points.

yu gi oh! duel links carte
Costruisci il tuo deck usando le combinazioni che più preferisci

Ho molto apprezzato questa innovazione rispetto la tradizione perché porta qualcosa di nuovo, e penso anche serva a compensare alcune magagne tecniche dovute all’adattamento su cellulare.

Ultima nota: attualmente non sono presenti tutte le espansioni, dal momento che mancano le carte XYZ, Shaddol, Number ecc., ovvero le ultime uscite, ma dal momento che il gioco sta diventando sempre più popolare credo che la Konami le rilascerà ben presto.

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz