Rise of Darkness: un RPG con tanto potenziale

Molti di noi hanno giocato a qualche RPG nella propria carriera, al 99% su PC. Io stesso ne ho provati molti tra cui Silkroad (uno tra i miei primissimi giochi online che ho provato), Cabal, Guild Wars 2, Aion e qualche altro titolo, tutti accomunati dall’avere un sacco di contenuti e di personalizzazione dei personaggi.
questa passione per il genere continua tutt’ora e il titolo che vi propongo oggi non fa eccezione. O quasi.

Rise of Darkness è un RPG free to play in stile Hack ‘n’ Slash disponibile per Android e IOS portatoci dalla CMGE che non ci farà rimpiangere il fatto di stare giocando su cellulare.

rise of darkness classi
Una delle scelte più difficili dopo il nickname: la classe.

Una volta effettuato il login saremo catapultati nel corrispettivo di un titolo RPG per computer già soltanto guardando la schermata iniziale in cui dovremo scegliere un server nel quale creare il nostro personaggio; esatto, ci sono più server tra cui scegliere e si può interagire tra di loro!
Scelto il server avremo 3 slot disponibili per la creazione dei nostri eroi o eroine e 5 diverse classi: Enchanter, una sorta di mago evocatore che utilizza delle bestie in battaglia; il Warrior, ovvero il solito personaggio corazzato e armato di spadone a due mani; l’Assassin, il personaggio armato di pugnali che si affida sulla destrezza e  colpi critici; il Mage, un mago che utilizza degli Orb (sfere) per attaccare e l’Hunter, colui che impugna due balestre per attaccare a distanza.
Scelta la classe, che potremo successivamente decidere di cambiare, è ora di entrare e scoprire i tanti  contenuti di questo gioco che ci lasceranno pochi tempi morti.

Immancabile ovviamente la storyline principale, nella quale verremo a conoscenza dei nostri poteri e dei demoni che stanno distruggendo tutto, ma scopriremo anche che qualcuno di essi è dalla nostra parte. Il demone (o meglio, I DEMONI, dato che ce ne sono 5 tipi diversi) infatti ci permetterà di fare due cose: attivamente ci farà trasformare, dandoci un boost di statistiche e un moveset diverso per un tempo limitato; passivamente aumenterà il potere del nostro personaggio in modo permanenete. La statistica potere (nel gioco, che è soltanto in inglese, è indicata come power) è sostanzialmente un indice del progresso del nostro personaggio, ma per alcune missioni è richiesto un livello minimo di power.

Per potenziarci ulteriormente si ha a disposizione ovviamente una vasta selezione di equipaggiamento, a sua volta personalizzabile in diverse maniere, le abilità di attacco attive che sono proprie di ogni classe e le wings (ali), le quali passivamente potenzieranno tutti i nostri attributi.

rise of darkness dungeon
I tanti contenuti tra cui scegliere per mettersi alla prova.

A livello di contenuti attivi veri e propri avremo l’Arena, in cui sfideremo il character di un altro giocatore ma la battaglia sarà affidata alla IA (intelligenza artificiale); il Multiplayer, in cui dovremo collaborare con un massimo di altri 3 giocatori per completare il livello; la Demonic Tower, che altro non è che una sfida di sopravvivenza in cui dovremo cercare di sopravvivere a nemici sempre più potenti per mettere le mani su ricompense sempre più ghiotte e un innovativo dungeon chiamato Devildom.

Il Devildom si presenta come una sorta di gioco da tavola in cui dovremo scoprire le varie “tessere” fino a trovare l’entrata per il livello successivo. Essendo le varie “tessere” coperte non sapremo dove sono i vari tesori nascosti o i nemici finché non decideremo di attivarle. Per avanzare dovremo sconfiggere il guardiano della porta, ma possiamo anche prenderci tutto il tempo necessario per ripulire completamente la scacchiera in modo da svelare tutte le ricompense nascoste; attenzione però! Avremo infatti a disposizione degli HP per fare ciò (che saranno uguali al power del nostro personaggio), quindi cerchiamo di dosarli bene in modo da non finirli prima dell’ultimo livello!

Come in ogni RPG e MMORPG, anche in Rise Of Darkness c’è la possibilità di creare gilde con le quali migliorare la propria esperienza di gioco e avere altro ancora da fare (come se tutto questo non fosse già abbastanza): essere in una gilda ci darà accesso ad ulteriori potenziamenti e bonus, oltre che ad alcuni dungeon speciali, tra cui la Guild War, in cui a turno si svolgerà la parte di attaccante e difensore, ma purtroppo ancora non ho avuto modo di provarla, perciò lascio a voi il divertimento.

Quanti contenuti e personalizzazioni che offre il gioco, corro a scaricar… Fermo, ancora non ho finito!

rise of darkness battaglia
Effetti speciali, combo, trasformazioni… Cos’altro volete?

Ogni giorno avremo a disposizione un determinato numero di tentativi per ogni Trial sbloccato in base al nostro livello: i Trial sono diversi dai dungeon in quanto offrono ricompense specifiche e in quantità maggiore, come ad esempio soldi, esperienza, materiale per il potenziamento dei Demoni, ma in cambio hanno un limite di tentativi giornalieri.

La cosa più interessante è che tutto questo è disponibile totalmente gratis, semplicemente ottenendo gli oggetti necessari con le missioni e gli eventi. Pagando si possono ottenere maggiori benefici come tentativi giornalieri aumentati, Cooldown ridotti (dei dungeon) e ovviamente l’acquisto dei materiali che ci servono senza doverli farmare nelle missioni.
Molti dei titoli di questo genere tra cui i già recensiti Brave Frontier e Bleach hanno la funzione auto con la quale il personaggio viene mosso dalla IA senza dover stare incollati allo schermo tutto il tempo. In Rise of Darkness vi è una funzione simile ma che presenta delle differenze, la cosiddetta Mop-up. Con questa funzione potremo completare nuovamente la missione desiderata automaticamente ed immediatamente, ponendo così sollievo al tanto temuto farm di esperienza ed oggetti, a condizione che essa sia stata terminata manualmente e che si sia ottenuto un certo punteggio.

rise of darkness città
La città, con tanto di NPC e giocatori ambulanti. Notare la HUD un po’ troppo affollata di icone

Graficamente mi ha ricordato un Cabal in versione mobile con molti dettagli e animazioni semplici ma curate. La cosa un po’ fastidiosa è che per accedere a tutti questi contenuti bisogna creare delle scorciatoie facilmente accessibili, ma essendo tanti la HUD di gioco risulta abbastanza sovraffollata. Ci ho giocato meno di una settimana e lo trovo molto interessante sia per il fatto che essendo un Hack ‘n’ Slash la propria abilità nel saper muovere il personaggio può avere la meglio sul fatto di essere underlevelled per la missione in corso, sia perché offre tanti contenuti con cui passare il tempo, anche se dopo un po’ la routine con cui si fanno potrebbe risultare ripetitiva.
Come ho detto è da poco che ci sto giocando, quindi alcune cose devo ancora scoprirle, ma spero di aver suscitato il vostro interesse!

 

 

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz