Life Is Strange

Life Is Strange scelte
Le difficili scelte che ci troveremo ad affrontare

Life Is Strange. Questa è una verità di cui tutti ci rendiamo conto, specialmente gli adolescenti. Proprio questi ultimi sono i protagonisti di questa splendida avventura grafica sviluppata dalla Dontnod Entertainment e distribuita da Square Enix nel 2015 che ci terrà inchiodati allo schermo con la sua ottima narrazione che costringe a giocare fino alla fine per conoscere la verità regalandoci un colpo di scena dietro l’altro.

La nostra protagonista è Maxine Caulfield, una ragazza di appena 18 anni con la passione per la fotografia che frequenta la Blackwell Academy nell’immaginaria città di Arcadia Bay, ma sarebbe un po’ inesatto definirla protagonista; in questo gioco ogni altro personaggio può diventare “protagonista” tramite le sue azioni che daranno vita ad eventi particolari e influiranno sostanzialmente la nostra vita. Userò quindi il termine protagonista riferito alla nostra Max (non vorrà infatti essere chiamata con il suo nome completo) in quanto lei sarà il solo personaggio che comanderemo. Ma andiamo con ordine ed esploriamo il gioco.

Un’adolescente di 18 anni appena compiuti, molto umile, insicura di sé e riservata: questa è la nostra Max, che prova un po’ di noia per il fatto di essere così ma lo accetta comunque.
Tutto cambia il giorno in cui la ragazza si accorge di avere il potere di riavvolgere il tempo pur mantenendo la conoscenza degli eventi futuri. Da qui il fulcro del gioco, ovvero il dare al corso degli eventi una direzione piuttosto che un’altra (caratteristica comune a molti titoli tra cui Mass Effect e Fallout) MA con la possibilità di tornare indietro al bivio nel caso ci accorgessimo che gli effetti delle scelte non sono quelli che ci aspettavamo.

Life Is Strange personaggi
Alcuni dei personaggi che ci accompagneranno

Quando diventeremo coscienti del nostro potere avremo anche la visione di un tornado che distruggerà la nostra città, pertanto decideremo di far sì che ciò non avvenga, ma le cose non sono così immediate poiché ci imbatteremo in eventi, incontri inaspettati e problemi propri di un’adolescente (più matura dei suoi coetanei) che ci distoglieranno dal nostro obiettivo principale ma che non potremo evitare. Life Is Strange.

L’evento più importante è la nostra riappacificazione con la nostra (ex) migliore amica, Chloe Price, che ha preso molto male la morte del padre al punto da trasformarla da solare e simpatica ragazza in una punk che prova piacere ad infrangere le regole, ma che nonostante tutto deciderà di accompagnarci nella nostra missione.

Ogni nostra scelta potrà essere annullata tornando indietro nel tempo, ma dobbiamo tenere conto che potremo riavvolgerlo solamente per pochi minuti, costringendoci ad operare scelte molto oculate. Infatti Max penserà tra sé e sé dopo ogni azione, cosa che spesso ci porterà a decidere di cambiare scelta, ma teniamo conto che un’azione apparentemente negativa nell’immediato potrà rivelarsi cruciale in momenti molto successivi del gioco.

Il gioco si articola in 5 episodi: Chrysalys, Out of Time, Chaos Theory, Dark Room e Polarized, ognuno connesso al precedente dalle scelte fatte; al termine di ognuno di essi verrà visualizzato un riepilogo di tutte le possibili scelte effettuabili e quelle effettuate (cosa che un po’ mi ha fatto storcere il naso, dato che venivano visualizzati eventi che non avevo per niente triggerato, svelandomi apertamente tutti i possibili avvenimenti) dandoci la possibilità di rigiocarlo dall’inizio. Fidatevi però, il gioco troverà sempre il modo di sorprenderci anche se avremo analizzato ogni possibilità di sviluppo.

Life Is Strange amicizia
L’amicizia ci aiuterà ad andare avanti

Sembrerebbe un articolo “di parte” dato che non descriverò aspetti negativi del gioco, ma tutto ciò è dato dal fatto che non sono riuscito a trovarli!

La grafica sfrutta l’Unreal Engine 3 ed è molto curata, pulita e piacevole, ricordando un po’ quella di The Walking Dead,  curando ogni dettaglio ma non in maniera maniacale come un Bloodborne, cosa che ci permette di rilassarci appieno senza dover porre attenzione ad ogni oggettino, come se si volesse far risaltare la bellezza artistica di tutto (non a caso la nostra protagonista studia arte e fotografia).
Oltre a ciò si affianca il comparto sonoro: le colonne sonore sono qualcosa di incredibile, azzeccate appieno in ogni situazione riuscendo a sottolineare l’enorme mix di emozioni che vengono trasmesse, tanto che mi sono ritrovato persino ad ascoltare per intero la OST del menù principale.
Del comparto audio fanno ovviamente parte anche i dialoghi, scritti alla perfezione e doppiati con la stessa cura e dedizione. Non mi riferisco alla correttezza grammaticale ma al fatto che esprimono pensieri ed opinioni proprie di ragazzi di 18 anni che stanno iniziando a diventare adulti e a pensare ad alcuni aspetti della vita. Il doppiaggio è eseguito in modo magistrale, con ogni doppiatore che riesce a comunicarci i vari stati d’animo del personaggio rendendo ogni sfumatura della voce come un’esitazione, un abbassamento di tono quando si cerca una scusa, uno scatto di rabbia.

Life Is Strange tornado
Tutto però può precipitare rapidamente

Life Is Strange è un’avventura grafica in ogni senso, poiché riesce a tenerti incollato e a farti andare avanti per scoprire come andrà a finire un evento, per vedere se le nostre scelte sono state giuste o semplicemente per metterci alla prova con una domanda del tipo:” E tu come avresti reagito in questa situazione?”

Infine lo sviluppo della trama è veramente qualcosa che potrebbe fungere da esempio per futuri giochi di questo genere. Tutto viene reso in modo realistico e senza esagerazioni, tenendo presente l’ambiente in cui esse accadono e la psiche di ogni personaggio, caratterizzato da un proprio modo di essere: ci sarà infatti l’incompresa, il bullo, il secchione ma anche gli stessi professori avranno un ruolo importante; non solo questo, ma anche i vari temi toccati sono molto ben articolati, come l’amicizia, le bravate apparentemente innocenti hanno conseguenza gravi, la droga e la morte.

Questo è un titolo che mi son goduto pienamente in ogni aspetto e non posso far altro che consigliarvelo, convinto che non rimarrete affatto delusi.
 

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz