In Between

“Cosa si prova a morire?”

Che cos’è

In Between è un platform rilasciato su Steam il 21 Agosto 2015 da parte della tedesca gentlymad (http://gentlymad.org/) che metterà a dura prova la vostra intelligenza ma soprattutto la vostra pazienza.

Il gioco

Probabilmente se si vede il gioco in una lista di platform non gli si darà troppa importanza in quanto questo genere di giochi sembra monotono, ovvero il mero completare il livello per accedere al successivo. In Between invece si distacca da ciò in quanto ha dietro di sé una storia che si articolerà sempre di più man mano che si avanza tra i 60 livelli di cui è composto e che toccherà temi molto delicati e filosofici legati alla morte.

La storia tratterà infatti dei pensieri del nostro protagonista morente per via di un cancro ai polmoni, e ripercorreremo la sua vita partendo dall’infanzia fino alla fine passando per le 5 fasi che compongono quella che gli psicologi chiamano Elaborazione del lutto: la negazione, la rabbia, il patteggiamento, la depressione e l’accettazione.  Ognuna di queste fasi è caratterizzata da una costante che accompagna i relativi livelli: per esempio nella negazione dovremo far sì di non toccare l’oscurità che man mano avvolge lo schermo respingendola con il nostro avanzamento, ma ovviamente ciò porterà ad una riduzione del nostro campo visivo.

In BetweenCome in ogni platform dovremo arrivare alla fine di un livello (qui rappresentato da una porta) per andare nel successivo e così via, ma tra il dire e il fare… Oltre a muoverci avanti e indietro potremo manipolare la gravità: potremo andare quindi su e giù, ma anche ancorarci a destra o sinistra se vi sono delle pareti “sane” ovvero che non hanno spuntoni, altrimenti ciò ci porterà a dover ricominciare il livello daccapo; le limitazioni sono, oltre a non dover colpire gli spuntoni, il non poter saltare o abbassarsi, il che ci porterà quindi a dover manipolare la gravità in nostro favore. I movimenti sopra descritti possono combinarsi, ovvero se decido di far andare la gravità in alto posso, durante il tragitto fino alla parete successiva, spostarmi lateralmente per effettuare una sorta di parabola, ma non potrò ad esempio cambiare la gravità dall’alto verso il basso o viceversa mentre sono a mezz’aria.

La grafica è molto ben curata e realizzata e piacevole da vedere, ma ciò che secondo me prevale su tutto è la musica. Sia che si tratti della narrazione del protagonista (l’intonazione della voce rende perfettamente il suo stato d’animo mentre racconta il fatto) sia della colonna sonora che accompagna i singoli livelli tutto è perfettamente combinato per offrire un gioco diverso dal solito.

In Between
Uno dei tanti flashback

NOTAho pubblicato questo articolo originariamente su www.match-game.it

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz