The Elder Scrolls: Legends. Strategia a non finire

Inseguendo la scia di Hearthstone

Con il grande successo che ha riscosso il gioco di carte online Hearthstone recentemente molte case hanno deciso di cavalcare questo filone sperando di portare qualcosa di nuovo per rubare il podio al successone della Blizzard; per citarne qualcuno: Duelyst, che ho recensito e che aveva

elder scrolls legends carte
Crea il tuo mazzo e la tua strategia con le tante combinazioni possibili

come scopo esplicito quello di superare Hearthstone; Gwent, tratto dall’omonimo mini-gioco presente all’interno di The Witcher 3 e attualmente in beta; un trading card game basato sul mondo di Final Fantasy da parte della Square Enix in uscita a Settembre; infine il titolo che recensirò oggi ovvero The Elder Scrolls: Legends.

Questo gioco di carte Free to Play sviluppato e prodotto dalla Bethesda è ispirato al mondo delle omonime serie (forse i meno appassionati di voi lo conoscono principalmente per il gioco Skyrim) ed attualmente in Open Beta previa una registrazione sul sito e la conferma da parte loro di essere stati scelti come tester.

Si parte dalle basi…

elder scrolls legends scelta
Prendi la tue decisioni durante la campagna e verrai ricompensato

Nella modalità campagna, che in questi giochi ha la funzione di tutorial ma anche di narrazione del mondo di gioco, si ha la possibilità di scegliere che piega prenderà la storia in base agli eventi che decidiamo di affrontare. Durante alcune scene ci verrà posto il quesito su quale azione intraprendere come ad esempio se uccidere o lasciare in vita un prigioniero, cosa che influirà solo nell’immediato e che potremo gestire in base alle nostre preferenze se decidessimo di immergerci nella narrazione come se fosse un GDR, ma la cosa più importante è che a seconda della scelta otterremo una carta diversa, in modo da farci personalizzare il nostro deck.

Il campo di gioco porta una differenza sostanziale nell’uso delle corsie (lanes in inglese, termine che continuerò ad usare da ora in avanti): il campo potrà essere suddiviso in due corsie ognuna con caratteristiche diverse e anche il fatto che le creature in una corsia potranno attaccare solamente quelle avversarie nella stessa corsia, e questa è la meccanica principale attorno al quale ruota tutta la partita.

… e si padroneggiano le meccaniche

Nella versione definitiva dovrebbero esserci circa 20 tipi di lane, ma nella beta ho trovato solamente: Shadow Lane, in cui le creature non possono attaccare o essere attaccate appena giocate; Mirror Lane, che se è vuota viene evocata una copia dell’ultima creatura giocata nell’altra lane, Graveyard Lane, che ci fornisce uno scheletro 1/1 quando una creatura viene qui distrutta e la Plunder Lane, nella quale le creature evocate vengono equipaggiate con un oggetto casuale.

elder scrolls legends campo
Attenzione a dove mettiamo le carte perchè ogni lane ha effetti diversi

Per quanto riguarda i mazzi si è scelto di optare un sistema simile ai colori in Magic; qui avremo 5 attibuti, ognuno specializzato in un aspetto come ad esempio il controllo del campo, l’avere creature potenti o lo sfinire l’avversario guadagnando punti vita ogni turno, e ancora, la possibilità per ogni mazzo di avere due attributi per creare le proprie strategie e garantirsi la vittoria diventando le prossime leggende.

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz