Duelyst, il nuovo rivale di Hearthstone

Stavo sfogliando i video delle mie iscrizioni su YouTube e uno dei giocatori che segu(iv)o su Hearthstone carica una serie di video introduttivi su questo gioco e ammetto che la cosa che mi ha attratto all’inizio è stata la parola Free to Play. Ma guardando il video mi sono accorto che il gioco era molto coinvolgente ed estremamente tattico, perciò mi son detto:” Perché no? Al massimo perdo giusto una mezz’ora per scaricarlo”. E così ebbe inizio.

Non a caso Duelyst compare tra i video suggeriti se avete guardato qualche gameplay di Hearthstone in quanto i suoi sviluppatori hanno voluto cavalcare l’onda del successo del gioco della Blizzard e creare qualcosa di simile e al tempo stesso diverso, in quanto il campo di battaglia è organizzato come una scacchiera.

duelyst-campo
L’idea di usare una scacchiera come campo di gioco apre nuove strategie

Come altri card game prima di lui, in Duelyst si sceglie una delle sei razze disponibili (ognuna con carte a sé riservate), un generale e altre 39 carte tra mostri, incantesimi e oggetti. Lo scopo è quello di uccidere il generale nemico prima che sia lui a farlo. Per farvi capire un po’ che gioco è immaginate di fondere Hearthstone agli scacchi, o per i più nerd di voi, il gioco olografico a cui giocano Chewbecca e C1-P8 sul Millennium Falcon.

Non solo infatti bisogna ragionare su come strutturare il proprio mazzo dato il limite di 40 carte, ma la differenza tra un buon giocatore e uno cattivo sta nel come lo si gioca, dal momento che le nostre carte verranno evocate sulla scacchiera e potranno essere mosse. Tutto inizia dal generale in quanto sarà la nostra prima creatura a scendere in campo e nelle sue vicinanze potremo usare il mana per evocare creature e iniziare a costruire il nostro esercito. Gli effetti delle creature in Duelyst sono più o meno i soliti di altri titoli del genere come volare, attacco ad area, attacco a distanza, rantolo di morte ecc. ma la posizione gioca un ruolo essenziale qui. Il gioco è molto dinamico anche per il fatto che ogni razza ha un determinato stile di gioco che può essere quello di difendere, controllare, evocare creature terribilmente potenti o un mix di tutto questo se saremo bravi a gestire le nostre risorse.

duelyst-classi
Le 6 classi disponibili. Scegliete la più adatta in base al vostro stile di gioco.

Le carte sono ottenibili aprendo i pacchetti che potremo acquistare sia con soldi reali sia con le monete del gioco, ottenibili in modi simili ad Hearthstone, ovvero vincendo le partite, completando le quest e la sfida giornaliera. Vorrei soffermarmi un attimo su quest’ultima dal momento che l’ho trovata molto avvincente e stuzzicante, oltre al fatto che nei giochi di carte a cui ho giocato fin’ora non ho trovato una sfida del genere.
Ogni giorno avrete una sfida diversa da affrontare e vincendola otterrete monete con le quali comprare i pacchetti; la particolarità è che dovrete risolvere la situazione già impostata, ovvero distruggere il generale nemico in un turno utilizzando solo le carte che il PC ha già messo in campo per voi e quelle eventuali rimaste in mano. Può capitare una sfida risolvibile in 30 secondi così come quella che vi farà andare in fuori giri i neuroni a quella che eviterete semplicemente, ma devo dire che sono degli ottimi break per spezzare un po’ dalle partite.

C’è da dire che Duelyst richiede molto tempo per apprendere le meccaniche di gioco (nonostante ci sia un ottimo tutorial per ognuna di esse) e per familiarizzare con le varie carte, ma soprattutto si tratta di capire quale stile delle 6 razze ci si addice perché da quello dipenderà il posizionamento delle unità. Personalmente l’ho trovato molto interessante all’inizio ma poi l’ho accantonato perché troppo strategico per i miei gusti, dal momento che preferivo l’approccio più immediato di Hearthstone, ma sentitevi liberi di esprimere i vostri pareri commentando qui o sulle pagina social.

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz