Dark Fall 3: Lost Souls

Lost Souls è il terzo capitolo della serie Dark Fall ideata da Jonathan Boakes, sviluppata dalla Darkling Room e pubblicata dalla Iceberg Interactive per Windows. Il gioco è in prima persona e utilizza un sistema di point-and-click (punta e clicca) per avanzare. Vestiremo i panni di un ispettore di polizia (durante tutto il gioco verrà semplicemente chiamato ispettore, senza mai fare menzione del nome) che è alla ricerca della scomparsa Amy Haven, una bambina scomparsa tempo prima. L’ispettore è stato licenziato in quanto ritenuto incapace dalla famiglia della bambina di riuscire a trovare la figlia, e anche perché avrebbe alterato le prove in modo da far arrestare l’unico sospettato della sparizione.

dark fall 3 lost souls
Paura eh?

Il tuo cervello è il tuo migliore amico: usalo

Il titolo ricade nella categoria horror/avventura. Per proseguire nella storia dovremo risolvere vari enigmi ed indovinelli facendo affidamento solo sugli indizi reperibili osservando l’ambiente e sul nostro cervello. Per chi è appassionato del genere il titolo è molto simile a Syberia, il capolavoro di Benoît Sokal, ma in Lost Souls è presente l’elemento horror.

Punta e clicca! Non useremo infatti la nostra tastiera ma solo il mouse. A seconda di dove lo punteremo il cursore cambierà in base alle interazioni possibili, ovvero far muovere il personaggio nella direzione indicata, afferrare un oggetto e/o interagire con esso (usando spesso altri oggetti reperiti durante l’esplorazione).

Era la prima volta che sentivo nominare questo titolo e leggendo rapidamente la descrizione avevo l’impressione che fosse un gioco con un orientamento più verso l’azione ma devo ammettere che mi ha sorpreso in senso positivo (forse perché mi ricordava molto Syberia, un gioco che ho veramente apprezzato). È un gioco che non perdona, da intendersi che se per caso non avete visto con la coda dell’occhio lo scintillio prodotta da una chiave sopra una mensola ciò potrebbe costarvi mezz’ora di tempo (se siete fortunati) a girare nella stessa stanza iniziando a cliccare su qualsiasi oggetto per capire cosa ci è sfuggito.

Dark Fall 3 Lost souls
Magari ci sono i Griffin in Tv

L’elemento horror è ben dosato perchè non ci farà fare jump-scares alla Dead Space ma crea una certa atmosfera di mistero e inquietudine, propria di una stazione abbandonata quale è il nostro scenario di gioco. Un’atmosfera resa ancora più inquietante dai numerosi messaggi che  un misterioso individuo continua a mandarci mentre ci spia nascosto, risate inquietanti provenienti dalle zone buie, manichini che sembrano seguirci con lo sguardo… insomma, tutto il repertorio.

Ad ogni modo, è un titolo che vi terrà incollati allo schermo per venire a capo di tutti gli enigmi che ci troveremo a dover superare, o al contrario vi farà venire voglia di spegnere tutto e guardarci i Simpson in TV perché non siamo riusciti a capire cosa fare (ammetto che ricorrere alla soluzione per questo tipo di giochi sembra brutto, ma se per esempio siamo molto presi dalla storia e vogliamo sapere come va avanti ma non sappiamo come ridare corrente alla Stazione, beh penso che in questo caso possa essere accettabile).

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz